sviluppo personale

VISION BOARD: immagina il tuo futuro

Un esercizio di sviluppo personale che amo molto fare è la VISION BOARD, che possiamo tradurre con “lavagna aspirazionale”: un collage di immagini che racchiudono tutto quello che si desidera e “immagina” per il futuro, nei suoi diversi aspetti, è una fotografia con una rappresentazione tangibile della visione ideale di te stesso.

Personalmente la rinnovo una volta l’anno, o verso l’inizio di quello solare o preferibilmente al mio compleanno, ma la si puo’ modificare, cambiare aggiornare tutte le volte che se ne sente la necessità-

La Vision Board come funziona? E perché?

-La Vision board è molto funzionale perché permette di fermarsi a ragionare sui propri desideri, sulle esigenze e sui sogni per il proprio futuro. E’ una “scusa” per dedicarsi un momento introspettivo ed entrare in contatto con il proprio IO, ricentrarsi e capire dove concentrare le proprie energie

-il tuo inconscio si focalizza sulle tue reali necessità: una volta individuate metterle nero su bianco le fa assimilare nel profondo e anche inconsciamente inizierai a lavorare per soddisfarle. Scriverle è il primo passo , visualizzarle ne rende la memorizzazione ancora più facile

-la nostra mente lavora principalmente per immagini ed è molto potente nutrirla con quelle stesse immagini che ti emozionano, che hanno un importantissimo significato per te, per il raggiungimento di ciò che desideri. Ogni aspetto del nostro quotidiano viene giornalmente investito da una massa enorme d’informazioni, avere una rappresentazione delle proprie priorità aiuta a mantenere il focus su di esse, non dispenderle nelle impellenze del quotidiano e averne un ricordo vivido.

immagine : www.simplycantara.com

Come si realizza la Vision Board?

  • FERMATI E PENSA: COSA DESIDERI PER IL TUO FUTURO? 

Passaggio fondamentale di questo esercizio è la riflessione preliminare, prima ancora di lavorare sulle immagini. Puoi svolgere una breve meditazione o semplicemente ritagliarti un momento di tranquillità, con magari della musica, un the caldo, una candela o dell’incenso profumato.

Entra in contatto con le tue reali esigenze, cerca di mettere da parte le aspettative di famiglia e società, non seguire la razionalità e i “dovrei”, abbandona il giudizio, lascia spazio alla fantasia e fai fluire le immagini mentali di te stesso in un futuro, segui le intuizioni.

Aiutati andando per argomenti o “aree”:  FAMIGLIA/AMICIZIE, AMORE, CREATIVITA’, LAVORO, FINANZE, TEMPO LIBERO, VIAGGI, SALUTE/FISICO, CRESCITA PERSONALE

Scegli quelle che preferisci, creane altre a seconda delle tue esigenze.

 

.

  • SCRIVI IN BREVE QUELLO CHE HAI IMMAGINATO.

Se sei in difficoltà puoi aiutarti con un altro esercizio di sviluppo personale, il 10 level life o ruota della vita, che brevemente consiste in dare un punteggio da 1 a 10 delle aree scelte che rappresenta il grado di soddisfazione nel presente (che punteggio posso dare all’area “amore” oggi?). Dopo aver assegnato le votazioni ci si chiede “ cosa rappresenta per me il 10 in quest’area” e successivamente rispondere a “ come posso fare per ottenere quel 10?”

Prenditi tutto il tempo necessario: è importantissimo essere più precisi e dettagliati il possibile, capire le sfumature delle proprie esigenze. Si dice che si attrare esattamente quello che si desidera, non vorremmo mica ottenere qualcosa che in realtà non volevamo?

immagine: metiza.com

  • CERCA LE IMMAGINI della visione del tuo futuro

Sfoglia delle riviste o aiutati con internet, personalmente consiglio Pinterest, dove si possono creare delle “cartelline” tematiche e fare ricerche puntuali. Scegli una dimensione adatta perché siano visibili e per il supporto su cui vogliamo assemblarle. Anche se mi occupo di fotografia NON uso le mie fotografie e sconsiglio di farlo, perché rappresentano esperienze, emozioni e riflessioni legate al passato, qui ci concentriamo sul futuro. Di propria fotografia abbiamo bisogno solo una che ci rappresenti in un momento felice.

Anche qui cerca immagini più in linea il possibile con la propria visione, più precise sono meglio è, che suscitino in te emozioni e sentimenti positivi.

  • ASSEMBLA LA TUA VISION BOARD

Dopo aver ritagliato o stampato le fotografie divertiti ad assemblare le immagini. Crea una bacheca di sughero o utilizza un cartoncino su cui creare il collage,. Non deve essere perfetta, ovviamente l’estetica rende più piacevole la visione ma non deve essere la prerogativa. Sii creativo e usa i mezzi che ti sono più comodi : puntine, colla, scotch e cartoncini colorati, o perché no lavora direttamente in Photoshop. Ho trovato anche dei siti, che ti aiutano a crearla online.

Al centro metti la fotografia che ti rappresenta felice. Tu sei il fulcro della tua visione, tu che la immagini e tu che puoi realizzarla.

 

Suddividi le immagini per tema e dedicagli uno spazio sulla tua lavagna. Ho trovato diversi schemi ,ma sono dell’avviso che non è necessario seguire un ordine preciso, ma solo la suddivisione per tenere il tutto più chiaro e ordinato.

In generale ricorda che “less is more”:

meglio poche immagini e chiare, che tante che creano confusione; usa solo immagini che ti trasmettono sensazioni positive; meglio anche concentrarsi su poche aree piuttosto che inserire a forza idee poco chiare o “riempitive (C’è chi usa la Vision Board anche solo per un’area della propria vita, ad esempio per il Business)

C’è chi usa anche parole e frasi motivazionale, ma preferisco e consiglio solo di usare immagini, perché come detto, sono più immediate e facilmente assimilabili.

  • Rendi ben visibile la tua vision board

Appendila vicino al letto, mettila sulla scrivania, usa come sfondo del pc o del cellulare, fai in modo di poterla vedere almeno una volta al giorno, anche di sfuggita: il cervello riceverà promemoria sulle tue riflessioni, obiettivi e sensazioni della tua visione.

Se riesci dedicati anche del tempo per meditare su quelle immagini.

Approcciati alla vision board con fiducia e senza ansia, è normale che le cose richiedano tempo e che nel corso della vita la visione cambi. Ricorda che non è un metodo magico e che quello che si inserisce poi si avvera, bisogna comunque metterci impegno e intenzione nelle azioni di tutti i giorni ma è un esercizio visivo che fornisce una “bussola” per orientarsi nel proprio percorso.

 

immagine:  blog.closetomyheart.com

Personalmente trovo molto divertente di anno in anno vedere cosa di quella visione si è realizzata e quanto sia stato fedele all’ immagine inserita: a volte si riscontrano delle similitudini sorprendenti! Ad esempio  nella mia Vision Board attuale ho inserito una postazione per il pc: più o meno inconsciamente pezzettino per pezzettino quest’anno ho assemblato il mio angolo di lavoro del tutto simile, solo in formati e colori leggermente diverse! Non l’ho fatto propriamente apposta, nel senso che non mi sono messa con la fotografia alla mano a cercare i vari elementi, ma chiaramente ricalcava i miei giusti e ho seguito un’immagine chiaramente assimilata nel profondo.

Provate e condividete con me le vostre esperienze

 

Serenella Volpe – Fotografa di Natura

info@serenellavolpe.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *